convenienze, credenze, conoscenze


Io non sono credente, ma spero, come affermano i cattolici, che dio esiste ed è onnipresente. Almeno così ho qualcuno che vede il mio blog.

IOTra “io” e “dio” la differenza è solo una “d”. Ora immaginiamo di scrivere d’io e leggiamolo. Il suono è uguale a dio, però vuol dire “di me”. Dunque “dio” vuol dire “di me”, che e equivale a “io”!

Pubblica un Commento

You must be logged in to post a comment.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: