Lettera ad un’amica imprenditrice.


Lettera ad un’amica imprenditrice.

L’Amica imprenditrice con una lettera di cui mi giunse copia, ed a cui rispondo, richiede l’intervento dell’Amministrazione Locale per risanare la situazione economica.

Cara Amica, c’era l’economia nazionale, se vuoi anche quella regionale, ma TANTE AZIENDE, APPROFITTANDO DELLA CRISI, IN MANIERA CRIMINALE HANNO LICENZIATO E DELOCALIZZATO, E FINANCHE NEL SETTORE PUBBLICO IL PRESENTE CORSO CAPITALISTA NEOLIBERISTA HA INTRODOTTO IL CONCETTO DI “RENDITA”, DI FATTO ABOLENDO LO STATO SOCIALE FRUTTO DI GRAVOSE CONQUISTE. – Amica imprenditrice, cosa speri dalle Amministrazioni Locali, solo interessate a se stesse e non a te, a noi loro elettori!

La crisi globale s’avventò su noi nel 2008 e non è finita, anzi, perdura, e non c’è nulla da fare nell’area euro. Tutto già è stabilito, il CROLLO AVVERRÀ NEL MARZO 2012, e la Germania da circa un anno ha pronto il nuovo Marco, mentre gli USA già anch’essi hanno stampato il loro nuovo dollaro. –

Bini Smaghi nel suo discorso rivolto a Draghi come direttore della BCE, più complesso di quanto riporto, nella sostanza affermò: “La fine è arrivata, è confermato. Draghi si assuma le sue responsabilità. Io mi dissocio…”. –

Sì, cara Amica, siamo ormai agli sgoccioli dell’insano iniquo sistema capitalistico che deve solo sparire per il bene delle future generazioni, se ci saranno! Deve sparire perché è un mostro filosoficamente nato morto dall’impronta economica giudaica che fa dell’usura un vanto, e praticabilità su chiunque non sia aderente alle loro idee! Ricordi A. Smith, D. Ricardo e la loro tesi della mano divina? Il capitalismo è mostro che ha illuso grandi masse dopo avere fatto breccia nella rozza loro cultura, già protestante, che fu anche per ciò facile preda della mentalità delle chiese avventiste e del credo giudaico che gravissime colpe hanno in questo senso!

LA RICCHEZZA DELLE NAZIONI E’ IL LAVORATORE, NON LA FINANZA! COSI’ AFFERMAVA L’UOMO NERO IN ITALIA. ITALIA IN CUI GIÀ DAL 1918 SI PARLO’ UFFICIALMENTE DI “CARTA DEL CARNARO” (De Ambris, D’Annunzio) POI PERFEZIONATA E VOTATA COME “CARTA DEI DIRITTI DEL LAVORATORE” CONTRAPPONENDOLA AL CREDO MARXISTA, ED ALLE BRAME CAPITALISTE. Quell’UOMO NERO, nonostante certi suoi errori ancora oggi impareggiabile politico, fu poi ucciso per farlo tacere su tante vicende, e fu anche appeso a testa in giù da genti che avevano perso il ben de l’intelletto! –

E come reagì Draghi al discorso di Bini Smaghi, ed al protrarsi della crisi? NULLA, NON HA FATTO NULLA! Praticamente sì schierò dietro al: “VORREI MA NON POSSO”! E così ha asserito: “NO AL SALVATAGGIO DEI TITOLI DI STATO IN ITALIA E IN GRECIA“, permettendo alla BCE, dalla scorsa settimana, di cessare l’acquisto di titoli di Stato nel mercato secondario. La notizia fu fornita da Il Sole 24 Ore.

Ciò, cara Amica, semplicemente vuol dire: “Sì salvi chi può! La fine è arrivata e non sì può fare nulla”! – Perciò il sig Monti ci sta togliendo inutilmente, e lui ben lo sa, gli ultimi sprazzi di finto “benessere”.

Infatti, sì torna al medioevo prossimo venturo!

A questo proposito, falsamente e sapendo di mentire, qualcuno ha affermato che così agisce per farci risparmiare più gravi pene e guai, e che sì tenga presente, sì aggiunge, che i ricchi, quelli che ancora e più di prima trasferiscono soldi all’estero, se la caveranno. Non è vero, chi se la caverà saranno il contadino, il pescatore ed i lavoratori del settore primario che producono e consumano, gli altri potranno ancora abitare tetti e torri, se vorranno.

Sì torna alla Lira con una rovina sociale ancora incredibile. Questo è il prossimo scenario che ci attende. La Swift e le banche lo sanno bene. La Democrazia del materialismo americano, non diversa dal materialismo giunto dalle steppe, è stata un veleno. Quella democrazia, ancora decantata, specie quella anche qui importata a cannonate ora presenta il suo conto, lo scrivo da anni, ma nessuno mai mi ha preso in considerazione, meno di tutti gli interessati oligarchi… e perché avrebbero dovuto farlo dato che per loro sono l’uomo della strada e vivevano agiatamente! Povero Menennio Agrippa come sei stato dimenticato, eppure la tua è storia patria.

kiriosomega

democrazia2

democrazia2

Pubblica un Commento

You must be logged in to post a comment.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: