La sig/ra Cu…lona.


La sig/ra Cu…lona.

da: “Il Giornale”

teutonica virago con trofeo

teutonica virago con trofeo

Ecco un primo tassello di una complessa vicenda che supera la fantasia, e che svela come la campagna stampa anti Cavaliere è stata orchestrata anche dall’estero grazie ai Sinistri di casa nostra, infatti, come da tempo scrivevo, ero convinto che il sig Berlusconi, ormai impresentabile ed impopolare premier, sì era dimesso per qualche strano motivo, ed avevo ancora ponderato, e più volte scritto, d’avvenuti ricatti interni orchestrati dal Quirinale e poteri forti, succube l’inquilino di Palazzo Chigi. Su tale scia di pensiero avevo annotato anche sul mio blog che la paura dei tribunali e dei giudici, e chi non ce l’ha essendo indiziato di reato, fosse stata superata dal premier per “graziose offerte” del tipo: “Lei, Cavaliere, sì dimetta e Mediaset non sarà smantellata, le frequenze televisive del DVT-B Le saranno concesse gratuitamente, e non subirà condanne penali nei dibattimenti a suo carico…”. Il sig Berlusconi, supponevo, accettò anche perché temeva che la sua già bassa popolarità crollasse ancor più per le pesanti manovre finanziare che avrebbe dovuto varare sulla pelle degli ytalyoty. Mi sembrava un pensiero logico, verosimile e specialmente ben equilibrato su questo versante della vicenda come meccanismo di spiegazione di un possibile ricatto di una parte sull’altra, in altre parole un do ut des interno alla casta ytalyota, ma, come spesso avviene, mi ripeto, la realtà supera la fantasia ed oltre a quanto espresso cose assai più gravi sì celano nella supposta alternanza tra il sig Berlusconi ed il sig Monti!

Ricordo anche che scrivevo, era l’agosto del 2009: “Il sig Napolitano non dovrebbe controfirmare certe leggi ad personam, dovrebbe agire da eroe a costo d’abbandonare volontariamente il suo incarico”, ma il sig Presidente, invece, sembrava seguire la massima: “Meglio vivere come pecora cento anni, che esistere da leone un solo giorno”!

Beata ingenuità, o forse povertà di spirito la mia, e dire che mi considero scaltro forse perché affronto con coraggio e direttamente de visu le circostanze avverse, invece, cosa che molte volte mi fu riferita ma mai realmente da me compresa, esistono modi sotterranei per definirle, lo proferì, nel libro di Mario Puzo, anche il mafioso “Padrino” all’irruente figlio: “…Non fare mai capire agli altri che cosa ti passa per la testa”!

E i comunisti, maestri d’inghippi, infatti, allineati e coperti con certi modi di fare e mentalità, colpiscono sempre alle spalle!

Così, mentre il “Colle” sembrava sempre retrocedere nell’opinione pubblica e perdere prestigio, macchinava e cercava strategie sino a che aiutato dai poteri forti, certamente politici di Sinistra, banche, personaggi esteri, e perché no le azioni e le frasi di monsignor Bagnasco e suo apparato, riuscì a realizzare le proprie mire.

Caricata la stampa nazionale di Sinistra, caricata la magistratura di Sinistra, sia detto per inciso incomincio a credere che le toghe rosse esistano veramente perché nessuno tra i magistrati ha gridato allo scandalo per l’incostituzionalità ed illegittimità di un Governo imposto che mai è stato eletto, si caricava anche l’opinione pubblica sino a farla esplodere come provvista di un meccanismo a tempo che la rese risibile specie quando manifestò felice per la “caduta” del sig Berlusconi e l’avvento di tecnici che avrebbero dovuto “aggiustare” la colonya ytalya infilando pesantemente le mani nelle tasche dei soliti noti come già sì sapeva.

La cosa puntualmente avvenne, infatti, tutte le tasse e le accise di cui sì sono ricordati i professoroni installati sono state aumentate, e le stiamo vivendo con grave nostro scorno di diseredati ed estranei in Patria. Sì, estranei, perché la Patria è la casa comune di tutti i cittadini che da essa dovrebbero trarre in giusta misura ogni loro mantenimento, se così non è la Patria diviene solo un luogo fisico alla stregua d’altri dove l’uomo è homo homini lupus.

Dunque, finalmente, il sig Berlusconi decadde, e il Silvio IV sembrò il suo ultimo atto. Però, forse, potrebbe non essere così, perché sarebbe un ritorno non scelto dai cittadini tra la padella e la brace. Un ex novo Governo inscenò l’agognata manovra del “TUTTI POVERI I FIGLI DI… NESSUNO”, perché maggiore è la povertà, secondo le tesi capital-marxiste che sì prefiggono il mundialismo per avere parvenza di veridicità, maggiore è l’asservimento popolare per la deprivazione d’iniziativa imprenditoriale che lascia solo sperare in uno Stato padre padrone. Dunque, ciò che sta avvenendo è la creazione di un Paese schiavo ancor più di prima, altro che manovra “SALVA ITALIA”!

Insomma, stiamo capendo da anziani, almeno nel mio caso, come i nostri interrogativi di liceali ingialliti dal tempo e dediti anche allo studio della storia della filosofia ponevano domande serissime che gli insegnati, assai più ponderati e preparati di quelli odierni, non seppero o non vollero affrontare proponendo risposte adeguate sui perché politici che volevamo discutere in proposito della sinistra hegeliana, di Karl Marx, di Schopenauer e del Pessimismo in genere e del Positivismo.

Ora, quegli interrogativi ben condensati da Lenin riaffiorano nella sua massima: “Gli estremi opposti sì toccano” che avevamo ben inteso, tanto che i moderni residui Comunisti ytalyoty, ovunque decaduti per inerzia dei loro piani, in colonya ytalya sfruttano il patto sinarchico interbancario per prendere il potere.

Gli sciocchi però non comprendono come il capitalismo, la bestia vera dell’apocalisse giovannea, sbranerà anche loro, e già in proposito le prime avvisaglie sì vanno intendendo perché la falsa massima: “Lo spread è alto perché c’è il sig Berlusconi a rappresentarci” sta mostrando che i mercati dei parassiti della produttività, i finanzieri, non guardano ai dirigenti, ma solo alla possibilità di aumentare il loro personale capitale. Se poi i dirigenti sono anche personale nascosto delle banche, il rebus solo ai tardi è incomprensibile!

Finora ho esaminato come il sig Berlusconi sarebbe stato defenestrato per cause interne, ma c’è da raccontare come a queste sì sono aggiunte o sostituite altre d’origine estera.

Dalla stampa, non tutta, è giunta la notizia che il precedente premier di colonya ytalya è stato colpito da una… definiamola “pulsa danura” lanciata in prima persona dalla sig/ra Merkel appoggiata dal sig Sarkozy e da mister Obama. Ciò perché il sig Berlusconi sì mostrava troppo amico di Putin e del gas russo, troppo amico di Kaddafi e del petrolio libico. Ma anche era reputato di cattivo gusto per i suoi estemporanei e dissacratori comportamenti accompagnati da battute troppo salaci in un ambiente, quello anglicano e luterano, che del perbenismo farisaico e del formalismo hanno fatto il proprio biglietto da visita.

Così, la sig/ra Merkel è intervenuta presso il sig Napolitano per chiederne la testa, forse anche per l’infelice battuta del sig Berlusconi che la definiva: “Cu…lona intro…mbabile” in una telefonata privata chissà come finita di dominio pubblico come tante altre che, però, da persona intelligente e da primo ministro di un intero Paese sì poteva risparmiare. In ogni caso sì comprende, anche dal particolare narrato, che il complotto a suo carico evidentemente esisteva, anche se lui ha tante colpe.

E così il sig Berlusconi da trom…batore è stato trom…bato dalla vendicativa germanica che ha ha fatto suo il dire del 1943 di W. Churchill al delegato di Pio XII:Dopo la cessazione delle ostilità all’Italia mancherà una totale libertà politica”!

Se tutta la manovra è vera sì dovrebbe intentare un processo al suo coordinatore interno, e tentare di dimostrarne la rilevanza penale e l’illiceità.

kiriosomega

culona: da il Giornale

culona: da il Giornale

kiriosomega

Pubblica un Commento

You must be logged in to post a comment.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: