Una questione storica aperta… le voci del dissenso sono sempre più forti e numerose, e la difesa sempre più flebile!!


Friday, January 20, 2012

La “Soluzione finale della questione ebraica” era “territoriale”!

Mai nella conferenza di Berlino-Wannsee (20 gennaio 1942) fu deciso un qualsiasi “sterminio” degli ebrei europei. L’idea stessa di una simile decisione presa in quella data è stata definita sciocca (silly) da Yehuda Bauer, professore all’Università ebraica di Gerusalemme (vedi “Importance of Wannsee Rejected” [Rigettata l’Importanza di Wannsee], Canadian Jewish News, 30 gennaio 1992, pag. 8, che riproduce un comunicato della Jewish Telegraphic Agency di Londra). D’altro canto, sette mesi dopo la suddetta conferenza, il “memorandum di Martin Luther” attesta che il Terzo Reich non aveva concepito alcun progetto di sterminio di alcun gruppo di qualsiasi natura; come a Wannsee, fu considerato soltanto lo sfollamento degli ebrei fuori dall’Europa. Facendo la cronistoria di una ricerca sulla soluzione della questione ebraica, M. Luther ricorda che, già nel giugno del 1940, questa soluzione fu presa in considerazione da Reinhard Heydrich, vice di Heinrich Himmler.
M. Luther (1895-1945) fu, dal maggio 1940 al 1943, Chef der Deutschland-Abteilung des Auswärtiges Amtes (Capo del Reparto “Germania” del Ministero degli Affari Esteri) e ha esercitato la funzione di sotto-segretario del Ministro Joachim von Ribbentrop. Ha avuto un ruolo importante nelle trattative da condurre con i governi europei per la risoluzione, nei vari paesi europei, della “questione ebraica”. (Più tardi, condannato per aver complottato contro Ribbentrop, fu internato a Sachsenhausen dove tentò di suicidarsi; all’arrivo dei Russi fu liberato e morì il 12 o il 13 maggio 1945 per un cedimento cardiaco in un ospedale di Berlino).
Il 20 gennaio 1942 rappresentò il suo ministero alla conferenza di Berlino-Wannsee nella quale, ancora una volta, si parlò di sfollare gli ebrei fuori dall’Europa.
In un memorandum interno (Aufzeichnung) urgente (Citissime), datato Berlino 21 agosto 1942, lungo 19 pagine dattiloscritte con grossi caratteri, descrisse la storia della politica ebraica del suo paese a partire dal 1939. Ne fuoriesce senza alcuna ambiguità che si trattava di ricercare e di ottenere “una soluzione finale territoriale”; in fondo alla pagina 4 egli scrive che, già il 24 giugno 1940, Heydrich comunicava in una lettera a Ribbentrop che il problema rappresentato ormai da circa 3.250.000 ebrei che vivevano nei territori sotto il controllo tedesco non poteva più essere risolto con l’emigrazione (Auswanderung); Heydrich concluse che sarebbe stata necessaria una soluzione finale territoriale (eine territoriale Endlösung wäre nötig). A pagina 18, M. Luther precisa che l’evacuazione (Abtransport) di ebrei vero il Governatorato Generale di Polonia è una misura provvisoria. Gli ebrei verranno rispediti verso i territori occupati dell’Est non appena sussisteranno le condizioni tecniche (der Abtransport nach dem Generalgouvernement ist eine vorläufige Massnahme. Die Juden werden nach den besetzten Ostgebieten weiter befördert, sobald die technischen Voraussetzungen dazu gegeben sind).
Gli Americani misero a punto una “partial translation” di questo memorandum sotto la sigla NG-2586-J che servì come strumento di convinzione (n° 1455) per il pubblico ministero americano dell’NMT (NG significa: Nazi Government e NMT significa: Nurnberg Military TribunalsVedi Trials of War Criminals before the Nuernberg Military Tribunal under Control Council Law N° 10, October 1946 – April 1949, Vol. XIII, pag. 243-249: http://www.loc.gov/rr/frd/Military_Law/pdf/NT_war-criminals_Vol-XIII.pdf). È in alto alla pagina 245 del volume XIII che appaiono le parole: a territorial final solution [territoriale Endlösung] would be necessary.
Dal 1976 Arthur Robert Butz ha trattato esaurientemente questo argomento nella sua opera magistrale: The Hoax of the Twentieth Century / The Case against the presumed extermination of European Jewry (La Mistificazione del XX° Secolo / La tesi contro il presunto sterminio degli ebrei d’Europa). Andate a vedere l’intero capitolo VII (p. 277-317) intitolato “The Final Solution”, dove l’autore spiega quello che, effettivamente, è successo agli ebrei e, in particolare, le pagine 277-279, con una nota all’inizio di queste pagine tipica di Butz e del suo carattere naturale, diretto e conciso: È semplice scoprire la natura generale della politica tedesca al riguardo degli ebrei; la si trova per intero nel volume 13 del NMT (The general nature of German Jewish policy is very simple to discover; it is all set out in NMT volume 13).

20 gennaio 2012

Pubblica un Commento

You must be logged in to post a comment.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: