Commento all’editoriale della sig/ra Marina Sereni di AreaDem.


Commento inviato ad AreaDem indirizzato alla signora Marina Sereni per il suo editoriale dsl titolo “Le nostre sfide”.

Obnubilamento da europeismo è la malattia che perseguita specialmente tutti quelli della Sinistra ytalyota, e ci sono ragioni politiche in ciò che in questo biglietto è troppo lungo esprimere. I Destri, invece, accettano l’onda globalizzante per ragioni solamente dovute ad affarismo, e per non sapere opporsi al problema per ragioni di paure elettorali lunghe a descriversi, ma a Lei forse ben più note che a me. Insomma, Destri o Sinistri nulla più cambia, il superamento dualistico degli storici schieramenti sta scomparendo dal mondo parlamentare, ma ben più aspro e duro sarà per Voi tutti combattere e sconfiggere il pensiero nazionalista che, pur oggi sottaciuto, sempre tornerà come gran pericolo per Voi tutti tranne che in caso di controllo totale delle coscienze attraverso tecnologie già anche dal pubblico ipotizzabili… ma in tal caso la specie umana non sarà più tale se non morfologicamente!

Ritengo, Sig/ra Serena, per logica e per analisi, riferendomi a ciò che scrive che Lei nel suo interessato e enfatico articolo distribuito da AreaDem abbia volutamente omesso di scrivere che l’acquisto di buoni del tesoro ytalyoty, iberici, greci, portoghesi… da parte della BCE, che è una banca privata e non un’opera caritatevole, costerà ai Paesi che si avvarranno di tale facoltà un ancora più stringente commissariamento della politica nazionale già qui controllata da Bruxelles da che il sig Prodi svendette la sovranità monetaria conducendoci, oltre che nella Cuba europea, fino al “Governo Goldman Sachs” che ci perseguita con sistemi da soviet incluso quello di polizia, e Le assicuro che su quest’ultimo tema ben so che cosa sto affermando.

Governo, questo della G. S. ambito anche dal sig Napolitano che spense ad hoc la pseudo democrazia che viviamo, facendo sì che il sig Berlusconi trattasse la sua abdicazione in cambio d’impunità legale per tutto il male politico e morale che ha commesso contro l’Italia e i suoi cittadini.

Dunque, se l’Italia, meglio colonya ytalya, accettasse l’acquisto di titoli del tesoro da parte della BCE, il sig Draghi l’ha espresso a chiarissime parole, il Paese non esisterebbe più, ma ciò è proprio quanto Voi di Sinistra vagheggiate: “Lo smantellamento di ogni nazionalismo e Stato Sociale in nome di un’uguaglianza che distribuirà a noi peones il pane con la livella”.

Tutti morti di fame è il Vostro motto, tranne ovviamente le supposte arroganti elite, proprio come avveniva nella fallita URSS”, perciò già esclamate con voce udibile: “Benvenuti nel Paese dei Soviet bancari”!

Io spero, signora Serena, che qualcosa accada, anche se durissima, e ciò prima che sia totalmente sottomessa l’Italia al mundialismo.

Aggiungo e termino che l’idea di euro, di mundialismo, di finanza al disopra dei Governi sono idee maligne e errate, ma ciò che più trovo ributtante è la presunzione, l’arroganza, la tracotanza dei suoi assertori che pur di non ammettere gli errori commessi continuano a creare sofferenze nei popoli di tutto il mondo.

Con nessuna stima politica

kiriosomega

Pubblica un Commento

You must be logged in to post a comment.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: