La signora Merkel, la grifagna tedesca impone altri oneri all’EU.


La signora Merkel, la grifagna tedesca impone altri oneri all’EU.

merkel - se volete sono a vostra disposizione

merkel – se volete sono a vostra disposizione

Molti tra noi già hanno conoscenza dell’ultimo gravissimo disastro che gli europeisti accoliti di banchieri/finanzieri/trafficanti internazionali hanno ieri messo a segno con l’arroganza e cattiveria che li contraddistingue. I banksters sono quasi tutti giudei, giudei che vogliono realizzare il patto sinarchico interbancario, giudei che si mascherano da agnelli per non farsi riconoscere. In colonya ytalya appartenenti all’illusione sinarchica sono i signori Monti e Draghi classificabili tra i lupi dai modi forbiti, come lo sono anche il signor Berlusconi, forse un po’ meno forbito se non per certa chirurgia plastica cui s’è sottoposto, e il signor Doris, il signor Verdini… però i primi due sono solo “curatori” d’affari altrui, gli altri… beh gli altri …

Comunque sia, è successo che ieri i 27 ministri finanziari dell’EU hanno raggiunto un accordo per porre in opera una malaugurata vigilanza interbancaria, ed è questa un’altra manovra che conduce verso l’espropriazione dell’identità degli Stati, cosa che equivale ad avere rafforzato la potenza dei “commissari economici già operanti”.

La vigilanza interbancaria sarà affidata alla BCE dall’1/marzo/2014, banca che tutti sappiamo essere una struttura privata, somma ladra fra le ladre che stampa denaro creandolo dal nulla per prestarlo ad altre banche, però facendosi pagare per intero il valore nominale del biglietto stampato più il signoraggio sullo stesso.

Le banche che lo ricevono in prestito, per concederlo agli Stati di competenza, si fanno poi pagare un ulteriore signoraggio che è chiaramente illegittimo poiché esse non hanno realizzato la stampa o conio, e chiaramente al prestito addebitano gli interessi.

1° ConsiderazioneChe il sistema banca/denaro sia truffaldino tutti lo immaginiamo, ma troppi non sappiamo spiegarcelo e perciò subiamo. Quello sopra descritto è un chiaro esempio del funzionamento di una tra le tante truffe bancarie che colpiscono tutti noi, e nemmeno è la maggiore. Infatti, è ozioso il trasferimento di prestito di denaro dalla BCE alle banche ex nazionali, per esempio da noi Bankitalia che è consociazione privata da qualche decennio, perché così facendo, ovvero non dandolo direttamente agli Stati, il suo costo aumenta poiché si permette al sistema bancario periferico d’ottenere altri profitti solo per essere intermediario tra BCE e Stati.

In pratica avviene che denaro inventato dalla BCE che non possiede alcun bene, ma che può stamparselo ad libitum, è scambiato con beni reali derivanti dalle attività lavorative umane.

2° ConsiderazioneL’accordo sulla “vigilanza interbancaria” non è nemmeno necessario che esista, perché ad ogni banca è vietata la stampa, il conio e l’emissione di banconote o monete. Perciò che necessità esiste di vigilare, se non quella di porre “allucinati tecnocrati ben pagati” a sovrintendere gli interessi dei banksters internazionali (BCE, FMI…).

Comunque sia, l’accordo pattuito è soggetto ad approvazione del Parlamento Europeo. Parlamento che a tutt’oggi non ha realmente alcuna importanza politica perché totalmente asservito a cinque personaggi dipendenti dai banksters. Personaggi già denunciati alla Corte dei Diritti Umani da coraggiosi signori (si apra il collegamento per l’ipertesto e si leggano righe scritte in rosso).

E’ anche previsto che le banche sottoposte a controllo della BCE sono quelle che possiedono un asset non minore di 30 miliardi di euro, o che hanno un volume di denaro non inferiore al 20% del PIL annuo dello Stato in cui si trovano.

Ogni altra banca con flussi di denaro inferiore a quello segnalato non è però esentata da vigilanza, su tutte esse s’instaura la supervisione dell’EBA, come ha voluto e imposto la signora Merkel.

3° Considerazione – La supervisione bancaria imposta dai banksters sembrerebbe superflua a tutti noi peones che, forse, abbiamo rubato una mela per cui, se ci prendono, ci ficcano in galera buttando via la chiave, ma per i banchieri centrali è invece importantissima perché essendo proprio loro i massimi truffatori ben sanno che imbrogli si possono realizzare attraverso i rendiconti bancari.

Da tutto ciò si comprende che la stupidità è sempre colpita, come recita l’antica verità di un mottetto romanesco: “Quanno ch’é giornata da pijallo ‘n culo er vento t’arza puro la camicia!”.

kiriosomega

Pubblica un Commento

You must be logged in to post a comment.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: