Marò liberi- Subito!


Firma l’appello:

http://www.change.org/it/petizioni/al-presidente-della-repubblica-italiana-al-ministero-degli-esteri-italiano-fornire-un-passaporto-diplomatico-a-salvatore-girone-e-massimiliano-latorre

Marò

Marò

Non sono assolutamente d’accordo con altri che forse non hanno mai indossato “l’ONORE CHE DERIVA DALLE STELLETTE, E NON SANNO COSA ESSE SIGNIFICANO“. A me, per prima cosa, piacerebbe capire:

1) Se il reato di cui sono imputati i due fucilieri è realmente avvenuto. Fermo restando che in teatro d’operazioni il tempo di decisione è sempre minimo, tranne quando le manovre sono state studiate e strategicamente e logisticamente organizzate a tavolino (Israele contro Gazah che non ha esercito, o ameri-cani contro il mondo).

2) Chi è perché ha voluto che la petroliera ospitante i Marò entrasse nel porto indiano, giacché, a quanto si comunica, era in acque internazionali quando si presume avvenne il fatto.

3) Io non credo, ma tutto può essere, che il capo pattuglia non abbia segnalato via radio ai suoi superiori il tentativo d’abbordaggio, o quella che presumeva potesse essere un’azione offensiva. Ma certamente ha comunicato subito dopo l’evento con gli ufficiali suoi superiori. E’ interessante sapere cosa sono si sono detti.

3) Si parlò di altro simile incidente accaduto ad una nave americana o greca, ciò negli stessi giorni del “problema” ytalyota, ma la nave prese il largo.

Allora, da “quasi scienziato della criminogenesi” voglio ricordare a tutti noi il servilismo che perseguita la nostra “casta” sempre prona a qualcuno, dunque in parallelo rammento:

A) Certe manovre da salotto e da galera di SuperMarina, quando mandò in Mediterraneo le belle navi italiane che non ritornarono, di fatto agevolando il nemico, avvenimenti che ben dimostrò l’ammiraglio Trizzino. Ciò fu fatto per il tradimento che covava nella Casa Regnate, nella Massoneria d’allora e nella Confindustria cattolica della Padania. (Questi sono giudizi storici che sarebbe bene esaminare prima che sia vietato anche questo!).
Perciò mi chiedo:

B) Cosa c’è dietro la storia dei nostri marinai?

“Storia che anche in maniera assai più grave, mi riferisco per esempio al Cermis ed anche alla Knox, l’assassina di Perugia, mai coinvolge gli ameri-cani. I farabutti del mondo che mai sono posti di fronte alle loro iniquità politiche e legali che causano decine di migliaia di morti per invasione di territori sovrani, senza voler contare quei morti borghesi dovuti al lancio delle bombe atomiche sulle loro teste”.

Ma noi ytalyoty che caz…zo di Governi abbiamo?

kiriosomega

Firmiamo l’appello per la liberazione dei nostri marinai, anche se non nutro fiducia alcuna nei politici ytalyoty.

Pubblica un Commento

You must be logged in to post a comment.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: