Bilderberg chiama Europa e Monti risponde!


Bilderberg chiama Europa e Monti risponde!

Ricomincia un un nuovo anno, e la situazione europea/ytalyota peggiora!Ma prima delle cattive notizie che vedranno il 2013 un annus horribilis, e il 2014 e seguenti anche peggiori dal punto di vista fiscale/economico per l’impegno del signor Monti a restare in Europa con il pagamento del 20% annuo del valore del debito pubblico, voglio comunicare una lieta novella: “Il 2013 è l’anno in cui il signor Napolitano termina il suo mandato e può dedicarsi a portare a spasso il cagnolino. Ma nonostante ciò, come già accennato, l’anno non inizia con i migliori presupposti per colpa dei ragionieri laureati che sono stati al Governo come da lui voluto e imposto”! E’ emerso, infatti, sempre più grande il dissenso verso il Presidente del -motu proprio- perché le attenzioni di italiani e ytalyoty nei suoi confronti e del suo discorso di fine anno sono diminuite”. Tali dissensi erano già in aumento, ma ieri il pubblico ha ratificato la propria indisponibilità ad ascoltare il Comunista ed ha così sentenziato: “Finalmente l’ultimo discorso del Presidente della Repubblica a reti unificate che noi non guardiamo, e il numero di italiani/ytalyoty davanti alla TV è diminuito passando dai 10.038.000 del 2011  ai 9.702.000 così suddivisi

RAI1 4.821.000
RAI2    693.000
RAI3    859.000
CAN5 2.637.000
ITA1     692.000
Totale 9.702.000

Se poi si tiene conto dei distratti, di quelli che per abitudine, quasi tutti molto anziani, tengono la TV accesa per sentire rumore che fa compagnia, possiamo senza tema affermare che coloro che hanno ascoltato l’ex europarlamentare comunista sono stati solo i suoi familiari, i suoi amici e l’apparato elefantiaco che lo circonda. Auguri signor Napolitano!

E ora le dolenti note con la notizia che segue fresca fresca, ma non di frigorifero!

Un movimento politico, ancora non lo chiamano partito, ha indetto una sua segretissima riunione politica, udite udite, presso la sede delle “Religieuses de Notre-Dame de Sion”, le religiose di Nostra Signora di Sion che possiedono una casa generale anche in Roma (Via Garibaldi 17), ciò oltre che in Austria, Belgio, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Polonia, Regno Unito, Romania, Spagna, Svizzera, Turchia, ma anche in Argentina, Brasile, Canada, Costa Rica, Nicaragua, Stati Uniti d’America, Egitto, Tunisia, senza tralasciare l’Australia e le Filippine. Tutto qui? No, hanno una loro casa anche in Sion, la moderna Gerusalemme.

Il movimento politico che si è avvalso della sede monacale è quello dei centristi/lobbisti di Monti/Casini che già razzola nel torbido prima d’affacciarsi alla “vita” di Palazzo; ma ciò che mi lascia di sale, e certo non sarò il solo, sono strane coincidenze, avvenimenti che si mostrano equivoci e bastevoli di per sé ad essere “notizia”.

Prima considerazione

1) Perché in periodo elettorale una riunione politica avviene nel segreto e in una sede, quella monacale detta che, ma guarda il caso, ha a fondatore dell’ordine un prete di stirpe “bancaria/usuraia/giudaica”. No, quel prete non era un bancario, era proprio un banchiere appartenente ai giudei della famiglia Ratisbone. Per la precisione si trattava di Théodore Ratisbone, banchiere che assurse all’ordine clericale per certa storiella dovuta alla visione della Madonna da parte del fratello Alphonse. Fratello che gli rivelò. Così si racconta, d’aver veduta la Madonna nella chiesa di Sant’Andrea delle Fratte in Roma. Da ciò il Théodore lasciò, solo per l’occhio pubblico, il suo ruolo di banchiere e divenne prete cattolico fondando l’ordine già sopra detto che scatena una qualche apprensione su come mai la chiesa gerarchica dell’ottocento (14 dicembre 1874), a quel tempo risale il fatto narrato, lasciasse che un ebreo costituisse un ordine monacale che, per di più, recasse in sé il nome “Sion”! A onor del vero molti però sostengono che il Ratisbone/prete/banchiere continuasse a “prestare” ben più che orecchio agli affari giudei di famiglia (Il “pare” potrei motivarlo, ma dovrei spiegare troppe cose che prenderebbero eccessivo spazio e tempo senza modificare, nella sostanza, ciò che desidero qui chiarire).

Seconda considerazione-

    Chi diavolo è questo signor Monti, oltre che massone, trilateral, golderberg… almeno secondo il solito “si dice” sempre più motivato… che può disporre di luoghi e ambienti religiosi cattolici, e perché ciò gli è concesso? Un signor Monti che sta dimostrando un potere che supera quello del signor Berlusconi del governo da maggioranza bulgara. Un signor Monti che impone e dispone, che si appropria di “agende” altrui… e tutti zitti!

Terza considerazione/notizia-

    A questo punto c’è da ricordare una notizia passata sotto silenzio perché comunicata una sola volta, infatti, subito essa sparì dall’informazione pubblica. Successe che nei sottotitoli del TG RAI, in questo caso RAI1, passò la scritta: “Mario Monti… membro del gruppo Bilderberg…”, ciò proprio allorché il signor “Volto di Pietra” fu insediato nel ruolo di Primo Ministro per il motu proprio del signor Napolitano, chiaramente obtorto collo per noi peones, e, forse cosa di secondaria importanza, quanti tra noi hanno fatto caso che in un anno non lo si è mai visto usare la mimica facciale per l’abbozzo di un sorriso. Quella scritta ufficiale mi incusse un velato pensiero e mi conduce ancora a convincermi che qualcuno sa ben più dei bisbigli, dei si dice, dei forse di noi peones… qualcuno accucciato dietro le quinte! Ma perché porre quel trafiletto nei sottotitoli per subito cancellarlo? Io sono convinto che la cosa non fu casuale, anzi fu volutamente creata nei confronti di qualcuno che avrebbe certo letto, e che con quel sistema fu “ammonito d’espulsione dal potere insieme ai suoi”! Tant’è che ora l’innominato innominabile ytalyota, ex G…O…I… va dicendo che: “…Se sarò eletto creerò una commissione d’inchiesta sul Governo Monti per chiarire come mi ha… spodestato”!

    Quarta considerazione-

    Secondo le mie non superficiali conoscenze della massoneria e della sua doppia anima, esoterica ed exoterica, cattolica e protestante, agnostica e credente, esiste un’aspra lotta interna tra varie correnti di potere che riterrei non tutte malfamate e giudaiche, si tenga anche presente che il G…O…I… Obbedienza irregolare dal 1925, ovvero da che il suo G. M. Domizio Torrigiani la chiuse allorché fu inviato al confine, non fu mai più ufficialmente riaperta pur essendo la più numerosa comunità ytalyota, ma certo non con i numeri dichiarati dall’attuale G…M… G. Raffi ormai al terzo mandato con questa carica nonostante gli statuti vietino la permanenza in qualsiasi grado per più di due mandati. (si legga stralcio di un libro del sottoscritto nello scritto: “1° PUNTATA: MASSONERIA TRA MITO E REALTA’-. su http://www.comedonchisciotte.org/site//modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=8567&start=0&postdays=0&postorder=asc&highlight=). Con questa considerazione voglio specificare, almeno per chi sarà in grado di “comprendere”, che in Italia i gruppi regolari sono solo due: “Gran Loggia Regolare d’Italia”, e il gruppo delle Logge di Udine, mentre il massone signor Monti fa parte di un gruppo irregolare ed altri, invece

"sono in sonno"

“sono in sonno”

Quinta considerazione

Anch’io scrissi in molte lettere, a Voi tutti inviate, che il precedente premier fu posto sotto ricatto per fargli abbandonare la carica, cosa che lo metteva nelle mani della magistratura. Ma lui certamente allora era nella possibilità di mercanteggiare, e lo fece! Lo scrissi spesso anche nel mio blog, ed ora, in occasione della riunione segreta ma trapelata, essendo io ormai per il potere un cospiratore, ma io affermo un “ricercatore del crimine, della criminalità non tralasciando la criminogenesi”, sostengo, avendo attraverso la stampa più tasselli del mosaico che si sta sviluppando, che l’Ordine Mondiale potrebbe vincere la sua guerra silenziosa, guerra che già ha fatto milioni di vittime dalla prima guerra mondiale ad oggi, e ancora ne farà. Ma gli eccidi di massa da parte dei Bilderberg et & non avverranno cruentemente, le guerre dichiarate costano e inquinano un pianeta contaminato. Le guerre dichiarate costano e assorbono energie! Perciò la nuova guerra è: “Si faccia scoppiare la bolla del mercato immobiliare americana del 2008 ché i suoi effetti si ripercuoteranno anche nell’erigenda Europa. Lì, dove tutto è in costruzione verso il… futuro, basteranno poche persone al vertice della catena di comando (van Rompuy e
JeanClaude Juncker in primis) per dirigere la situazione. Esse faranno crollare l’economia attraverso la paura finanziaria, useranno la stampa come clava, il dispotismo mascherato di tolleranza sarà il loro dire, ma nell’ombra trameranno e useranno nuove forze di polizia sovranazionale, l’Eurogendfor, con o senza scioglimento del corpo dei carabinieri poco importa. Eurogendfor creato nel silenzio e già attivo, in Italia ha sede a Vicenza in un palazzo che si vocifera fu posto a disposizione dai Rothschild. E nella paura generale degli sciocchi i dipendenti dal sistema mercantile si uniformeranno alla globalizzazione, i servi come me dovranno piegare la schiena e nell’economia fatta crollare, la sanità mancante, la socializzazione distrutta avverrà il crollo secondo l’antico motto: “Ne uccidono più le leggi che la spada”. E il pianeta si libererà di quella che l’altro “santone” del Bilderberg, Bill Gates indicò come la zavorra del pianeta lasciando a non più di 500 milioni di persone elette l’abitazione e la proprietà della Terra.

Ma avvenimenti di questo tipo non erano già stati scritti nel testo: “I Protocolli dei savi anziani di Sion“! Però, ad onor del vero, comincio a credere che per quanto il popolo ebraico faccia assai poco per farsi apprezzare sia anch’esso parte del gioco condotto da losche personalità ormai sovranazionali!

kiriosomega

Pubblica un Commento

You must be logged in to post a comment.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: