Inciucio prossimo venturo sarà servito da martedì 26 p. v.


Il prossimo inciucio sarà servito da martedì 26 p. v.

Bersani e Monti hanno da tempo deciso di mettersi d’accordo per governare insieme. A tal fine in periodo elettorale Monti ha inscenato una finta opposizione al PD nascostamente ottenendo in cambio la presidenza del Senato, mentre Bersani se ne starà tranquillo come premier. L’impegno tra i due ovviamente durerà, con la benedizione di Napolitano, sino a quando potranno concordare ogni punto saliente della prossima legislatura. In primis le tassazioni per far felici i banksters della BCE e la sordida Merkel con il seguace Schulz, il kapò che proprio ha l’espressione del kapò.

Però a causa del Grillo genovese, quello che non ha ripetuto Cri… Cri… Cri… per bestemmiare e che riempie le piazze di scontenti specialmente delle Sinistre, ma anche di berlusconani, i due “personaggi” agenti come il Gatto e la Volpe, ma in realtà solo varesotto e reggino, maestri di raggiri e fautori delle tasse in maniera smodata, avendo compreso che la manovra “inciuciata” non basterà a salvarli dall’ira oltranzista dei dissidenti grillini faranno in maniera di trovare un accordo anche con Berlusconi per giungere a ciò che vorranno definire un “governissimo”.

Sarà, quella, una schifosa creatura che non permetterà alcun cambiamento in quest’ormai odiosa Repubblica, così che tutti ammucchiati i nostri amati parlamentari potranno galleggiare nell’ambiente “puzzolente” che hanno già costruito.

Li terrà insieme, oltre l’odio per il Comico che li ha sputtanati mostrandoli come veramente sono, anche l’effimera scusa di mostrarsi “salvatori della Patria” per la quale ogni portento affermeranno essere una necessità superiore da perseguire proprio nel “superiore patrio interesse”. Interesse che però coinciderà solo con le ruberie della casta!

Noi tutti, purtroppo, e non ci siamo mai compattati per rintuzzarle, siamo ormai adusi alle porcate che questa classe dirigente al potere pone in opera sulla società del Paese dal dopo guerra. Classe dirigente infame, infida, arrogante, oppressiva e vile tanto che ben presto anche affermerà che il proprio senso di responsabilità supererà i diverbi partitocratici e personali, ma ben sappiamo, noi che di politica qualcosa mastichiamo, che il governissimo, in realtà l’inciucio, avverrà in virtù della spartizione di poltrone e sottopoltrone.

D’altra parte l’ultima spaventosa ammucchiata governativa l’abbiamo appena vissuta per il motu proprio del Comunista massimo del Paese, quello che come europarlamentare intrallazzava anche sui soldi della diaria giornaliera versatagli dallo Stato per recarsi a Bruxelles. Comunista che ben sappiamo favorì l’intruppamento di una maggioranza disancorata da ogni logica, e che, nonostante ciò, sorresse il Monti per conservarsi prebende e debiti vitalizi dello Stato ormai ritenuti inalienabili.

Inutile è descrivere i guai che sono derivati dal Governo Monti con i suoi proditori trattati europei mai sottoposti al voto d’Italia, e gli affanni scatenati sul popolo d’Italia per la legge Fornero che ha distrutto quelle conquiste dei lavoratori conseguite anche senza l’apporto dei corrottissimi Sindacati postbellici.

Questo Paese, inoltre, è ormai commissariato dalla BCE in maniera reale, essa, infatti, ha comunicato ieri, in chiusura del periodo pre elettorale, ma guarda la coincidenza, che la stessa BCE ha comprato titoli ytalyoty per 103 miliardi di euro.

E’ chiaro che la comunicazione è stata un messaggio d’avvertimento e ricatto, meglio perciò a questo punto distruggere quel poco che c’è rimasto uscendo dall’euro, così che crolli quest’infame ribalderia voluta da tecnocrati europei e banchieri.

Dunque: “BENVENUTI NEL PAESE DEI SOVIET BANCARI”!

E, solo per rammentarlo:

“Con la nostra liretta non si stava poi così male, dovevamo combattere solo contro la ruberie della casta ytalyota, ma non contro quelle dei barbari europoidi che ci considerano solo come primo paese nordafricano”!

kiriosomega

Pubblica un Commento

You must be logged in to post a comment.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: