EPICURO DI SAMO- LETTERA A MENECEO- FRAMMENTO


Epicuro 

Eπίκουρος, Epìkouros di Samo341 a.n.e. Atene 271 a.n.e.

Epicuro di Samo

Epicuro di Samo

 “Tὸ φρικωδέστατον οὖν τῶν κακῶν ὁ θάνατος οὐθὲν πρὸς ἡμᾶς, ἐπειδήεπερ ὅταν μὲν ἡμεῖς ὦμεν,

ὁ θάνατος oὐ πάρεστιν, ὅταν δὲ ὁ θάνατος παρῇ, τόθ’ ἡμεῖς οὐκ ἐσμέν”.

” Il male che più c’intimorisce è  dunque la morte, ma non è nulla per noi,

perché quando noi siamo essa non è, e quando essa è  non siamo più “

” Il male che più c’intimorisce è  dunque la morte, ma non è nulla per noi,

perché quando noi siamo essa non è, e quando essa è  non siamo più ”

traduzione kiriosomega

Epicuro- Lettera sulla felicità a Meneceo-

kiriosomega

 

Pubblica un Commento

You must be logged in to post a comment.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: