Ci sono fini nascosti nella riforma costituzionale italiana?


Ci sono fini nascosti nella riforma costituzionale italiana?

Intendo fini che nascostamente trascendono la vita o meno della seconda Camera! Camera che non sarà cancellata, ma solo modificata così da avere sul territorio dei “cani da guardia” creati e voluti dal potere centrale! Cani da guardia che abbastanza presto sostituiranno il potere prefettizio divenuto inutile, o mantenuto per operazioni più periferiche!

Ma per fare ciò la riforma della Costituzione ha dei capisaldi ineluttabili che devono essere raggiunti ora isolatamente, ora massivamente!

Sostengo che il primum movens sta, come avviene, nel far sparire il Socialismo di Stato e creare, nei Paesi che hanno accettato l’€uro come moneta, una sovranità limitata con a capo un governatore inginocchiato agli ideatori del nuovo, si fa per dire poiché si compirà un passo indietro gigantesco per la storia dell’umanità, programma sociale!

Insomma, in fin dei conti nulla di nuovo! Infatti, già nel mondo latino esisteva una frase motto assai indicativa:

“Miserrimam servitutem pacem appellant! O anche “Ubi solitudinem faciunt pacem appellant! (Agricoladi Publio Cornelio Tacito).

Dunque, SI! Io credo siano almeno due i fini nascosti con, ovviamente, dei sottogruppi!

1/Imporre un sistema bottegaio basato solo sulla tecnologia e sulla moneta così che ogni ribellione degli attuali Stati, già senza sovranità monetaria, e soprattutto, anche se meno capibile, senza prossima sovranità sociale, ovvero con il popolo esautorato da ogni possibilità politica legale, sia impedita!

2/ Creare un impero centrale già oggi noto come NWO cui tutti e tutto sia tributario. Questa cosa, se li leggete finché in internet sono rintracciabili, è riportata nei  I PROTOCOLLI DEI SAVI ANZIANI DI SION! Che oggi siano veramente voluti e applicati da ebrei è da dimostrare, ma che qualcuno stia cercando di applicarli a livello mondiale con il ricatto finanziario trascende ogni dubbio!

Le tecniche adottate si servono del denaro e del premio, ma anche del bastone_ Si osservi, per l’Italia, per rendersi conto, l’attacco sconsiderato alla Russia di Putin, uno dei pochi paesi forti rimasto con sovranità nazionale. Attacco immotivato sia sul piano militare, sia su quello economico di cui noi siamo spettatori passivi e silenti e per giunta perdenti!

kiriosomega

Pubblica un Commento

You must be logged in to post a comment.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: