Mattarella-Critica al suo discorso fine anno_


lavoratore-in-italia

lavoratore-in-italia

Signor Mattarella,

non l’ho ieri sera ascoltata per protesta, così come tanti altri che con me hanno condiviso il disaccordo verso il 4° consecutivo Governo Illegittimo che Lei ha voluto e approvato! Ciò implica, evidentemente, che politicamente anche, Lei sig Mattarella, nella carica che occupa, è illegittimo, poiché fu nominato e eletto da un Governo illegittimo!

Sig Mattarella, non l’ho ascoltata, ma ho però letto stamani più resoconti che illustrano che, nella sua allocuzione di fine anno, Lei ha esclamato tra l’altro: “CI SON TROPPI DISOCCUPATI…”!

È vero, e condivido tale Sua espressione che comunica finanche l’ISTAT, seppure spesso con dati edulcorati per imposizioni governative, che comunicano perfino gli inutili e corrotti sindacati, e, soprattutto, noi peones ciò constatiamo semplicemente osservando de visu il malessere socio-economico che si manifesta nelle nostre città.

In conclusione, sig Mattarella, su quel suo di ier sera: “CI SON TROPPI DISOCCUPATI…” desidero porre una considerazione brevissima ma significativa:

“La disoccupazione è dolosamente voluta in questo Paese per interesse dei capitalisti spinti dall’ordoliberismus, e capofila di essi è il sistema bancario; capitalisti anche tutelati da una Cassazione che ci ha allietato il fine anno sancendo l’enormità del concetto:

GIUSTO IL LICENZIAMENTO DEL LAVORATORE SE L’AZIENDA CON LA SUA AZIONE PUÒ OTTENERE MAGGIORI PROFITTI“!

E allora, signor Mattarella, le sue parole sono state retoriche e piene di “fantasia” verso noi cittadini, come apprezzerà, per non essere irrispettoso, ho usato un vocabolo in rima con quello che sarebbe più giusto usare; “fantasia”, ho scritto, che è contro l’interesse dei cittadini d’Italia che le scelte politiche-finanziarie dettate da una prepotente BCE vorrebbero soggiogare nel pensiero e nell’azione, infatti, in quest’Italia dai confini distrutti, in quest’Italia dall’invasione programmata, in quest’Italia dall’islamizzazione selvaggia e dalla negritudine imperversante, emerge forte un concetto che così sintetizzo:

Cittadini, il Governo non può svalutare la moneta? Allora svaluta il lavoro e lo fa sparire per ottenere il crollo dei salari, creando, conscio di crearla, una dolosa guerra servile tra poveri“!

Altra possibilità, che stridenti parole, Lei e i Governi rinunciatari nell’esaltazione d’Italia e dell’italianità non avete per tentare d’arginare l’enormità del debito pubblico che ci sovrasta, e che, certo, non fu creato dai cittadini qual io sono!

Vorrei porre altre considerazioni, da Beniamino Andreatta a Carlo Azeglio Ciampi, da Prodi e Berlusconi, da Monti a Letta a Renzi, ma qui mi fermo per non originare lunghissimo scritto che appesantirebbe questa mia breve nota!

La saluto signor Mattarella, ma sappia che non la considero il mio Presidente, no, non per astio, ma per logica!

E in ultimo, ma non ultimo affermo-

IN ITALIA NON MANCA IL LAVORO, MANCA LA VOGLIA DI PAGARLO! MA PAGARE UN LAVORATORE ITALIANO ALLA PARI DI UN SUO PARI GRADO TEDESCO, PER LA CASTA DI CUI LEI È SUPREMO RAPPRESENTANTE È IMPENSABILE!

 

 

kiriosomega

Annunci

Pubblica un Commento

You must be logged in to post a comment.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: